Con il progetto Prometea nuovi percorsi turistici che promuovo l'agroalimentare sardo
Economia
Scritto da Administrator   
Mercoledì 24 Ottobre 2018 08:19

vacanza-in-bicicletta 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si è svolto ad Alghero e a Cuglieri il primo dei tre cicli di laboratori di progettazione organizzati da Laore Sardegna, partner del progetto “Prometea-Promozione della multifunzionalità del settore agro-turistico”, rivolti agli stakeholder agro-turistici e turistici dei territori Alghero-Nurra e Montiferru-Planargia, con la finalità di progettare percorsi turistici per promuovere il cibo e l’agroalimentare. 

 

Attraverso il laboratori del progetto Prometea si intende ideare nuovi percorsi a partire dalle esperienze che il territorio ha da offrire, acquisire strumenti utili per proporre un'offerta turistica integrata altamente competitiva e consolidare la collaborazione tra i diversi attori dei territori. Alla fine, i partecipanti avranno sviluppato maggiori competenze sul turismo esperienziale e sulla sua applicazione nel territorio ed instaurato collaborazioni tra attori della filiera agro-turistica. Ulteriore risultato dei laboratori saranno le schede dettagliate di percorsi turistico-esperienziali con l'indicazione dei servizi. 

 

Sostenere le capacità di attrazione del territorio, promuovere in chiave innovativa le specificità ed i saperi locali legati al cibo ed al settore agro-alimentare in chiave integrata sono gli obiettivi di Prometea. Cofinanziato dal programma di cooperazione transfrontaliera Interreg marittimo Francia-Italia 2014-2020, si propone di rispondere a tre grandi sfide: il sostegno all'innovazione di micro, piccole e medie imprese già esistenti ed all'autoimprenditorialità dei giovani, con un'attenzione particolare all'imprenditorialità femminile.

 

Per fare ciò, il progetto strutturerà una strategia congiunta di promozione di modelli di imprenditorialità innovativa nel settore agro-turistico connessa alla tipicità ed alla distinzione, concetti che rimandano a temi quali identità e territorio; il supporto alla messa in rete delle imprese per fornire dei servizi eco turistici integrati e degli itinerari capaci di rispondere ad una domanda turistica più attenta alla qualità ed al rispetto dell'ambiente, per arrivare alla definizione di modelli di integrazione fra sistema costiero, urbano e rurale; l'identificazione di un approccio comune per definire un marchio di qualità transfrontaliero, che permetterà di innescare un processo di valorizzazione delle specificità territoriali, oltre che la garanzia della tracciabilità dei prodotti. 

 

Capofila del progetto è la Regione Toscana. Gli altri partner, oltre l'Agenzia regionale di sviluppo in agricoltura Laore Sardegna, sono il Quinn-Consorzio universitario in ingegneria per la qualità e l’innovazione, il Dipartimento di Agraria dell'Università degli studi di Sassari, la Ccias-Camera di commercio della Corsica del sud e l'Avitem-Agenzia delle città e dei territori sostenibili del Mediterraneo. Laore Sardegna promuove in particolare lo sviluppo integrato ambientale delle attività agricole favorendo la multifunzionalità delle imprese, le specificità territoriali, le produzioni di qualità e la competitività sui mercati.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 24 Ottobre 2018 08:34
 
Editore Primaidea Srl

CSS Valido!

Tortoli Notizie