La sughereta, un bel tema per i candidati sindaci
Politica
Scritto da Administrator   
Martedì 06 Maggio 2014 08:15

 

sughero

Il parco della sughereta, ma gli argomenti potrebbero essere tanti altri, è uno di quei luoghi simbolo dei tortoliesi che rappresentano un’occasione perduta. L’area è in una posizione strategica, luogo cerniera fra l’abitato di Tortolì, il quartiere di La Bitta e Arbatax. Una posizione davvero invidiabile sia come polmone verde che come sito di spettacoli o manifestazioni, tanto più per una cittadina che ambisce a diventare il polo turistico di riferimento per tutta la provincia. Sarebbe interessante, per gli elettori, conoscere qual è l’idea dei candidati al riguardo, anche per evitare in futuro le pessime figure del passato.

Tanti anni fa l’amministrazione comunale lo diede in gestione ad una società, che avrebbe dovuto curarne la sistemazione, la pulizia e utilizzarlo per erogare servizi, per esempio di ristoro, o per manifestazioni all’aperto. Il sindaco era Franco Ladu, anche oggi candidato sindaco di centrosinistra, e l’amministratore della società era Marcello Ladu, ex assessore all’ambiente della scorsa giunta di centrodestra. L’omonimia non è assolutamente casuale visto che i due sono parenti. Successivamente, l’amministrazione Lepori, visto lo stato di abbandono dell’area, contestò alla società di non dare corso al contratto per cui il comune subentrò nella gestione del parco tentando anche di utilizzarlo per la manifestazione di Rocce Rosse Blues, da poco sfrattata dal suo sito naturale. Ma l’operazione fu bloccata per la contestazione dell’allora opposizione del centrodestra che ne denunciò l’uso inappropriato dal punto di vista ambientale provocando l’emigrazione della manifestazione stessa a S. Maria Navarrese.

Da allora una cappa è scesa sul parco della sughereta, e nemmeno dall’alto del suo scranno di assessore all’ambiente, Marcello Ladu fece nulla per recuperarne l’utilizzo, dimostrando ancora una volta che la sughereta, e l’ambiente, non sono argomenti di suo interesse. La conferma, se ce ne fosse bisogno, è arrivata con il recentissimo intervento, poche settimane fa, quando un gruppo di tortoliesi ha lanciato un grido d’allarme su Facebook sullo stato di abbandono in cui il parco versava, per promuovere una giornata di volontariato per ripulirlo da anni di incuria e restituirgli un minimo di dignità in vista della prossima stagione estiva.

Ci dicono che circa quattrocento persone hanno partecipato con entusiasmo a quella bellissima giornata, ma fra i tanti, fra i quali tutti ricordano anche l’attuale candidata a sindaco Mara Mascia, nessuno ha visto lo zelante ex assessore all’ambiente, che ha disertato l’appuntamento. La cosa ci è sembrata alquanto strana, visto che, ancora una volta, è candidato alle elezioni, questa volta sulla sponda centrosinistra, nella lista guidata da Fabrizio Selenu. Pensavamo infatti che quella sarebbe potuta essere una buona vetrina per rilanciarsi in vista della futura ipotetica giunta. Solo dopo abbiamo capito che l’ambiente non era più un suo obiettivo. Pare infatti che sia stato avvistato presso gli uffici comunali, nei quali si aggirava chiedendo agli impiegati cosa ne pensassero di un suo futuro e probabile impegno quale assessore al bilancio. Fare buon viso a cattivo gioco è sport nazionale fra gli impiegati comunali, ma sembra che questa volta gli scongiuri abbiano avuto la meglio. Noi ne prendiamo solo atto.

 

Mario Lai

Ultimo aggiornamento Martedì 06 Maggio 2014 08:19
 
Share on Myspace
Condividi su Facebook OkNotizie
Editore Primaidea Srl

CSS Valido!

Tortoli Notizie