Elezioni comunali, i primi incontri certificano la rottura Sabatini Lepori
Politica
Scritto da Administrator   
Giovedì 13 Marzo 2014 09:21

 

elezioni-comunali 650x447

Era scontato, tutti lo dicevano, sia le persone sia i fatti, ma sentirlo ratificato fa comunque il suo effetto. Le due sinistre, o se preferiamo le due aree progressiste, di Tortolì sono incompatibili fra loro. Marcella Lepori, a nome del Circolo 2 giugno, ha affermato che la condizione per trovare un accordo col Pd è che la proposta a sindaco cada su una persona che non sia in alcun modo riconducibile a Franco Sabatini. Ma non facciamo fatica a pensare che lo stesso ostracismo, forse non in modo così schietto, fosse nei pensieri degli uomini del Pd della delegazione incaricata per gli incontri politici preparatori. Troppi sono stati i fatti che li hanno allontanati, partendo dalla rottura sul Puc nel 2009, passando per la presentazione delle liste nel 2010 quando, pur sapendo di non aver nessuna possibilità di vittoria, gli uomini di Sabatini ne approntarono una con l’unico obiettivo di far perdere lei, Marcella, che, appunto, perse. Ma Sabatini non perse, però, l’occasione di inserire nella lista vincente di Lerede un proprio uomo, quel Massimo Cannas  poi diventato assessore all’urbanistica, col compito di demolire proprio quel Puc. Da allora quattro anni nei quali spesso il Pd è apparso giocare su troppi tavoli, fino alla rottura dei dissidenti col sindaco che hanno fatto leva proprio sul Pd per mandarlo a casa utilizzando strumentalmente la vicenda della riorganizzazione delle scuole superiori di Tortolì che prevedeva il trasferimento di sede di alcune scuole. Vicenda, questa, che per fatti e protagonisti, resta fra le più oscure fra quelle che negli ultimi anni hanno interessato il mondo politico, e non solo, di Tortolì. Ora, con la certificazione della rottura definitiva, c’è anche la probabile uscita di scena, dalla platea degli aspiranti sindaci, di Fabrizio Selenu, ritenuto, fra tutti i sabatiniani, la colomba, quello più di tutti in grado di tentare una mediazione fra i due gruppi.  Si apre invece la via a un falco, Mimmo Lai su tutti se restiamo alla soluzione interna al Pd, o più probabilmente Massimo Cannas se la scelta sarà per un’alleanza con quella parte del centrodestra cittadino più affine a Sabatini. Una soluzione, quest’ultima, cui sembrano credere anche i numerosi lettori che stanno partecipando al sondaggio in corso del nostro giornale, che auspicano che a contrastare questo disegno sia Marcella Lepori in persona.

Mario Lai

Ultimo aggiornamento Giovedì 13 Marzo 2014 09:26
 
Share on Myspace
Condividi su Facebook OkNotizie
Editore Primaidea Srl

CSS Valido!

Tortoli Notizie