Elezioni comunali, continua il balletto degli aspiranti sindaci
Politica
Scritto da Administrator   
Sabato 08 Marzo 2014 20:25

 

elezioni amministrative timbro

Come avevamo previsto il balletto dei candidati a guidare il comune di Tortolì sta ormai diventando frenetico. Fabrizio Selenu sembra il più gettonato dalle parti del Pd. Sembra, appunto. Solo che anche lui dovrebbe sapere che in politica tutto è sempre diverso da ciò che appare, soprattutto quando si preparano le liste, e lui, esendo il primo nome lanciato nell’agone, è solo l’agnello sacrificale messo per parare il colpo verso il vero candidato del partito, Mimmo Lai. Sono amici, i due, ma abbiamo visto tante amicizie dissolversi sotto i colpi dell’ambizione politica, e alla fine le somme dovrà tirarle Franco Sabatini, il loro diretto superiore. Insomma, fra i due litiganti sarà un terzo a godere. Che non è detto sarà del Pd. Infatti sull’altra sponda Massimo Cannas lavora per mettere insieme tutto il centrodestra, ad esclusione di Mimmo Lerede e Paolo Stochino. Impresa che può riuscire, ma che non garantirebbe affatto la vittoria nell’urna, per cui l’alleanza per nulla estemporanea che ha fatto cadere la giunta Lerede potrebbe ritrovarsi anche nella prossima competizione, alla luce del sole, sempre se troveranno un adeguato accordo spartitorio e se ne avranno il coraggio. Di certo avranno anche il sostegno di Pierino Cannas, reduce da un buono quanto inutile risultato alle scorse regionali che, alla ricerca di un centro di gravità permanente, ha una gran voglia di investire quel capitale qua a Tortolì, che ormai considera sua patria adottiva. Nel mentre Lerede e Stochino (Paolo) cercano alleati per prendersi qualche rivincita, e quale miglior interlocutore di Marcella Lepori e del Circolo 2 giugno, che di parlare con Sabatini, ricambiati, non ne hanno nessuna intenzione? Insomma, la solita gazzarra, con i soliti metodi, fatta sulla pelle dei tortoliesi, che subiscono. Unica flebile ribellione arriva da una possibile lista civica a cui lavorano Chiarina Mulas, ex dirigente scolastica, e Seconda Carta, anche se non è detto che il tentativo di mettere su una lista fuori dai giochi dei soliti noti vada in porto. Di certo, a seconda delle aree culturali, e dei gruppi familiari, che andrà a toccare può incidere però sul risultato finale In tutto questo bailamme non poteva mancare il solito attivismo di Franco Ladu che ad ogni tornata si propone con la sua associazione nella speranza che dalle macerie delle liti fra potenti qualcuno, estrema ratio, non pensi anche a lui. Certo, per il malato terminale anche l’eutanasia può essere una soluzione.

Mario Lai

Ultimo aggiornamento Sabato 08 Marzo 2014 20:32
 
Share on Myspace
Condividi su Facebook OkNotizie
Editore Primaidea Srl

CSS Valido!

Tortoli Notizie