Dopo le elezioni regionali si va verso le comunali, la battaglia continua
Politica
Scritto da Administrator   
Martedì 04 Marzo 2014 09:46


 

urne

Archiviate, anche se destinate a covare a lungo sotto la cenere, le polemiche sulle elezioni regionali, l’argomento politico caldo è quello delle prossime elezioni amministrative. È un momento in cui chi ha vinto tenta di capitalizzare consolidando il proprio potere, e chi ha perso, vede come possibile e immediata rivincita. Per questo Franco Sabatini tenta di occupare il centro della scena mettendo il circolo del Pd, su cui esercita un ferreo controllo, a fare le carte con l’intento di fare il regista delle trattative. L’obiettivo, almeno quello dichiarato ufficiosamente, è quello di portare Fabrizio Selenu, presidente della cooperativa pescatori, alla guida di una coalizione di centrosinistra per il governo della città. Ovviamente sa bene che tutta quella parte della sinistra che non lo ha sostenuto alle elezioni regionali, e che in parte si riconosce nella figura di Marcella Lepori, vede come fumo negli occhi ogni suo tentativo di egemonia, memore dello sgambetto, anzi, dell’agguato, che lo stesso Sabatini gli ha teso nel 2010, e per questo appare perlomeno improbabile un accordo sotto l’ala protettrice del consigliere regionale. Molti vedono questo come un tentativo di bruciare subito il nome di Selenu per poi puntare al bersaglio effettivo, cioè l’accordo con i dissidenti della giunta Lerede. Tutti sanno  dei buoni rapporti fra Sabatini e Massimio Cannas, ex assessore all’urbanistica, e proprio la sua candidatura suggellerebbe l’accordo, partito da lontano, che li porterebbe a governare Tortolì. In questo quadro si chiuderebbe anche il cerchio con l’altro grande candidato, Pierino Cannas, sostenuto appunto alle regionali dall’omonimo Massimo, che col suo risultato a Tortolì e Villagrande ha contribuito alla non elezione di Angelo Stochino e a far prevalere Sabatini su Peppe Loi. Ovviamente l’altro fronte, quello degli sconfitti, non se ne starà con le mani in mano, e Mimmo Lerede sta cercando di rimettere insieme le varie anime del centrodestra, uscite un po’ malconce dal doppio colpo della caduta del sindaco e della mancata elezione del proprio consigliere regionale. E sa benissimo che una competizione di Forza Italia contro il duo Sabatini-Cannas sarebbe un suicidio. Per questo in tutti i fronti sono schierate le truppe dei mediatori, nel tentativo di ricomporre fratture negli schieramenti storici, e dei guastatori, pronti minare il campo per gli avversari. Fra poche settimane sapremo chi la spunterà.

 

Mario Lai

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Marzo 2014 10:07
 
Share on Myspace
Condividi su Facebook OkNotizie
Editore Primaidea Srl

CSS Valido!

Tortoli Notizie