Tirrenia e sconti, ogliastrini sempre “pocos, locos y malunidos”
Editoriale
Martedì 12 Febbraio 2013 17:37

 

cartagrotteLa notizia è che la Tirrenia ha attivato una campagna promozionale per incentivare il turismo in Ogliastra riducendo del 30% il prezzo del trasporto sulla linea Civitavecchia-Arbatax-Cagliari e ritorno. Finalmente un punto a favore per la compagnia di navigazione che fino ad ora si era distinta, nonostante incassi oltre settanta milioni dello stato per garantire la continuità territoriale, soprattutto per la bassa qualità dei servizi e le operazioni di cartello con le altre compagnie.  Tutto splendido, quindi, soprattutto in un periodo di crescita continua dei prezzi della traversata questa è una boccata d’ossigeno per gli operatori turistici in piena crisi. Ma c’è un piccolo particolare: lo sconto è vincolato ad un pacchetto di soggiorno in strutture alberghiere di Tortolì e Arbatax. È bastato questo per innescare una polemica che per il momento sembra limitata al comune di Baunei ma il cui allargamento a macchia d’olio non ci stupirebbe. Per il momento i toni non sono troppo esagitati, ma l’assessore al turismo di Baunei, Ivan Puddu, noto e brillante imprenditore turistico che opera a Santa Maria Navarrese, non le manda certo a dire: “Sarebbe opportuno pianificare queste iniziative tenendo conto delle esigenze di tutto il territorio, ed è ovvio che bisogna concertare meglio simili interventi promozionali. Ricordiamo poi che la fruizione della Costa, resa sicura e organizzata proprio per permettere a tutto il territorio la massima fruibilità, con costi a carico esclusivo della nostra comunità come le azioni per valorizzare il nostro Supramonte, hanno un vantaggio diffuso a tutta l'offerta turistica ogliastrina.” Come dargli torto? Il rimprovero sembra rivolto agli imprenditori turistici di Tortolì, anche se pare che l’iniziativa sia partita dall’assessore al turismo di Tortolì Nuccio Meloni che avrebbe chiuso l’accordo con la Tirrenia nell’esclusivo interesse dei suoi amministrati senza pensare di coinvolgere i colleghi. Desta comunque meraviglia che il servizio marketing della Tirrenia non abbia tenuto conto delle implicazioni di questo accordo limitato che rischia di sollevare più problemi di quanti ne risolva. L’Ogliastra, infatti, è un territorio che costituisce un unicum dove le bellezze ambientali e paesaggistiche hanno un valore solo se prese nell’insieme. Mare, montagna, calette, supramonte, gastronomia sono caratteristiche del territorio e nessuno può pensare di crescere a discapito degli altri. Certo, l’ideale sarebbe stato avere un soggetto con una visione complessiva, che fosse in grado di parlare a nome di tutti e per tutti stringere accordi. Mi dicono che questo soggetto c’è, che è la provincia con il suo braccio operativo, l’STL (sistema turistico locale), di cui però pare nessuno abbia sentito parlare se non per le liti da pollaio per la presidenza e soprattutto per la gestione delle cospicue risorse. Ci sarebbe anche l’assessore provinciale al turismo, ma per il momento appare troppo impegnato in giro per le fiere di tutta Europa.

 
Share on Myspace
Condividi su Facebook OkNotizie
Editore Primaidea Srl

CSS Valido!

Tortoli Notizie