Tortoweekend Nazionale. Avviso di garanzia a Paolo Scaroni di Eni
TortoWeekend
Venerdì 08 Febbraio 2013 18:52

 

avvisogaranziaAvviso di garanzia per corruzione internazionale per il numero uno di Eni Paolo Scaroni

“Siamo totalmente estranei”, così risponde Paolo Scaroni, numero uno dell’Eni, quando apprende di ricevere un avviso di garanzia per corruzione internazionale, nell’ambito dell’inchiesta milanese su una presunta maxi-tangente pagata da Saipem per ottenere appalti in Algeria.
 
Sette manager ed ex manager del gruppo vengono inquisiti per corruzione internazionale, per le tangenti che Saipem avrebbe pagato per assicurarsi i contratti in Algeria. Tangenti, sostiene oggi la procura di Milano, che sarebbero poi state direttamente distribuite a faccendieri ed esponenti del governo algerino. Denaro che attraverso accordi di intermediazione  fittizi di una società di Honk Kong, Saipem avrebbe recapitato a una filiale di Fujarah, negli Emirati Arabi Uniti, al mediatore Bedjaoui Farid Noureddine.
 
Per ottenere l’avvallo a queste operazioni spregiudicate, i vertici di Saipem avrebbero avuto il diretto via libera dall’amministratore delegato del Cane a sei zampe, Paolo Scaroni. Per diritto di cronaca ricordiamo che Eni detiene il 42,9% di Saipem, costituita nel 1956 ed operante nel settore della prestazione di servizi per il settore petrolifero.
 
A fine gennaio il tonfo di Saipem a Piazza Affari, quando l’amministratore delegato Umberto Vergine, annunciava al mercato di aver rivisto al ribasso le previsioni degli utili per il 2012 nonché le previsioni sui ricavi e i profitti del 2013.

 

(Scritto da Luigi Loi, Squer.it)

Ultimo aggiornamento Sabato 09 Febbraio 2013 09:17
 
Share on Myspace
Condividi su Facebook OkNotizie
Editore Primaidea Srl

CSS Valido!

Tortoli Notizie