Tortweekend Sport - Il Cagliari sbanca l'Olimpico. Juve-Napoli sfida a distanza
TortoWeekend
Scritto da Antonio Farinola   
Sabato 02 Febbraio 2013 12:38

 

CalcioNazionaleGoicoecheaTORTOLI' - La vendetta è un piatto che va servito freddo. Così il Cagliari riscatta quello 0-3 a tavolino rimediato nella gara d'andata per l'inagibilità dello stadio Is Arenas, espugnando l'Olimpico giallorosso con un imponente 4-2 che manda nel caos la Roma e, soprattutto, Zeman. Il boemo è stato, infatti, esonerato dopo un vertice della società, in pole ora c'è l'ex Ct francese Blanc. Rossoblu avanti dopo appena 4' con Nainggolan che finalizza un cross dalla sinistra di Sau. La Roma barcolla, va in tilt sugli affondi dei sardi, ma al 35' trova il pari con una punizione dal limite di Totti aiutato da una barriera ballerina. Nella ripresa, pronti via e i rossoblu tornano in vantaggio aiutati clamorosamente dall'estremo giallorosso Goicoechea che manda nella propria rete un innocuo cross dalla sinistra di Avelar. L'inguardabile errore del portiere manda in tilt i padroni di casa che all'8' alzano bandiera bianca: Sau di testa raccoglie un cross dal fondo di destra di Ibarbo e realizza il 3-1. Poco prima della mezz'ora la Roma tracolla quando Pisano ribatte in rete un pallone respinto dal palo su tiro dal limite del solito Sau. 2' prima il legno aveva salvato la squadra capitolina sul sinistro da fuori di Thiago Ribeiro. In pieno recupero Marquinho rende più indolore il ko siglando la rete del definitivo 2-4.

 

IL NAPOLI PER RESTARE ATTACCO ALLA JUVE - La 23/a giornata della serie A prosegue con gli anticipi del sabato. Il Torino, forte di un'imbattibilità che dura ormai da sei giornate, ospita una Samp in ripresa con l'arrivo di Delio Rossi. I granata arrivano dal bel pareggio rimediato a San Siro contro l'Inter che per poco non è valso i tre punti, i blucerchiati si presentano dopo la goleada inflitta al Pescara che ha incoronato Icardi. Nella serata il Napoli ospita il Catania in un match ricco di insidie. Gli etnei nonostante l'addio di Montella in estate hanno saputo dare continuità al gioco e ai risultati e quest'anno hanno messo in difficoltà tutte le squadre di alta classifica: ne sanno qualcosa la Roma e la Fiorentina (battute entrambe). Gli azzurri non hanno margine d'errore se vogliono confermarsi l'anti-Juve. Sono solo tre i punti che separano i partenoei dalla vetta.

 

JUVE PRONTA A RIALZARSI, DIETRO E' BAGARE - Proprio i bianconeri aprono la domenica calcistica con il lunch match del Bentegodi. Il Chievo ha già fermato a sorpresa la Lazio nell'ultimo turno e, nelle gambe juventine, ci sono i 90 tiratissimi minuti di Coppa Italia contro gli uomini di Petkovic. Conte ha suonato la carica alla vigilia, ma è chiaro a tutti che la formazione piemontese non ha più la lucidità di un anno fa: ora fa meno paura e il Chievo lo sa benissimo. La Lazio, terza, va a Marassi per riprendere il cammino che porta in Champions dopo lo scivolone casalingo contro i clivensi. Il Genoa non vive un momento particolarmente positivo, ma nell'ultimo turno ha avuto il merito di fermare allo Juventus Stadium i campioni d'Italia con tutte le polemiche che ne sono derivate. Match delicati, invece, per Fiorentina e Milan. I viola vogliono uscire dalla crisi. Non vincono dal 22 dicembre scorso e contro il Parma i tre punti non sono assicurati. I rossoneri, gasati dall'arrivo di Balotelli, nel posticipo di San Siro ospitano un'Udinese in rinascita. Servono i tre punti per cercare di avvicinare il terzo posto occupato dalla Lazio e restare in scia dell'Inter impegnato a Siena contro l'ultima in classifica.

 

QUESTIONE DI SALVEZZA - Nelle retrovie scontri salvezza con Palermo-Atalanta e Pescara-Bologna. I rosanero, penultimi, non possono più sbagliare e devono assolutamente vincere per non vedersi allontanare la salvezza. L'eventuale 12/a sconfitta della stagione potrebbe costare la panchina a Gasperini già avvertito da Zamparini dopo l'ultima deludente prestazione (1-1 a Cagliari). Il Pescara, dopo una settimana in ritiro forzato, prova a ritrovare la faccia persa al Ferraris una settimana fa contro un'Atalanta ridimensionata dagli ultimi giorni di mercato. I nerazzurri non sono un avversario facile, ma bisognerà vedere come hanno reagito agli addii in particolare di Peluso (sponda Juve) e Schelotto (sponda Inter).

Ultimo aggiornamento Sabato 02 Febbraio 2013 15:10
 
Share on Myspace
Condividi su Facebook OkNotizie
Editore Primaidea Srl

CSS Valido!

Tortoli Notizie