Noi stiamo con Arbatax
Editoriale
Scritto da Administrator   
Martedì 07 Agosto 2012 00:00

 

recinzioneLa notizia è che le Fds avrebbero denunciato il sindaco Mimmo Lerede per aver reciso la recinzione che chiudeva i passaggi che consentivano il collegamento diretto fra il porticciolo turistico e il borgo di Arbatax. Ottuso definimmo il comportamento delle Fds – passata qualche anno fa sotto il controllo dell'Arst - quando una reticella, regolamento alla mano, comparve improvvisamente a chiudere quei passaggi. Ridicolo lo definiamo oggi che continuano questa stupida battaglia, non contro il sindaco, ma contro tutta la comunità di Tortolì-Arbatax.

La verità è che niente di diverso ci si poteva aspettare da un ente che, quando c'era la massima richiesta di biglietti per la tratta del trenino verde metteva il personale in ferie. E che, quando interpellato dalla provincia di Nuoro che nel quadro di lavori di ripristino della viabilità si offrì di restaurare alcuni passaggi a livello nella tratta in montagna, rispose di no, che l'unico intervento consentito era quello dell'automazione dei passaggi a livello. Costo? 800 milioni di allora e una violenza su quel tratto di ferrovia che la dice lunga sulla sensibilità dei suoi funzionari e sulla percezione che hanno del valore storico di questa linea.

Ora bisogna davvero dire basta all'arroganza di questi signori e mandare un segnale chiaro al consiglio di amministrazione dell'Arst, che se la memoria non ci inganna vede alla vicepresidenza un ogliastrino. Quei varchi devono essere immediatamente riaperti perchè sono l'ossigeno del porticciolo turistico e di Arbatax tutta. Si deve poi lavorare seriamente perchè tutto quell'orribile e antistorico muro, che somiglia più a quello che viene costruito a difesa dei coloni israeliani che un muro di protezione, venga spazzato via del tutto perchè il porto ritorni ad essere parte della città.

 
Share on Myspace
Condividi su Facebook OkNotizie
Editore Primaidea Srl

CSS Valido!

Tortoli Notizie