“Coerenza culturale, morale, sociale e politica”
Editoriale
Scritto da Administrator   
Venerdì 23 Marzo 2012 00:00

im.ages

 

Iniziamo così, con una citazione, ovviamente virgolettata e che condividiamo in toto, da un volantino di un circolo locale, e la sposiamo nella convinzione che sia più importante praticare che enunciare questi precetti. Ma riteniamo che, oltre alle citazioni di carattere formale ci siano anche, e soprattutto, quelle di carattere sostanziale.

Spieghiamoci meglio. Il nostro giornale dalla scorsa estate e per alcuni mesi ha attivato, fra le tante, una campagna contro i responsabili dell'inquinamento della nostra cittadina e delle coste. Foto di scarichi sul rio Foddeddu, sversamento in porto dei reflui fognari non trattati dal depuratore, documenti su discariche abusive che tappezzano la nostra cittadina rendendola più simile ad un immondezzaio che ad un centro turistico. Nella nostra denuncia abbiamo inoltre stigmatizzato la demolizione del depuratore della cartiera come atto poco lungimirante visto che oggi quella struttura avrebbe risolto il problema del trattamento dei reflui fognari, demolizione avvenuta nell'indifferenza della classe politica di allora. Abbiamo anche promosso, con un documento, una sottoscrizione che in un paio di giorni ha raccolto la firma di 1500 cittadini indignati e preoccupati.

Una campagna, la nostra, condotta da soli con i nostri lettori, senza che nessuno, enti, politici o associazioni, abbia sollevato un dito per difenderla o incoraggiarla fino a quando, qualche settimana fa, un'associazione locale, la stessa della premessa e che ricordiamo è composta in larga parte da ex amministratori comunali e da aderenti al Pd, fa uscire un volantino in cui “denuncia” la situazione del depuratore attivando una campagna a difesa dei cittadini “dimenticando” di citare che quella campagna era stata già fatta da qualcun altro. Il minimo che poteva loro capitare era che mettessimo qualche ironico puntino sulle “i” relativo alle falle della loro memoria. Apriti cielo, dimostrando di non aver, oltre che memoria, il minimo senso dell'ironia, colpevoli di lesa maestà, siamo stati messi alla gogna e sottoposti al pubblico ludibrio. Abbiamo però ottenuto il risultato che auspicavamo ai tempi della nostra denuncia, cioè far uscire allo scoperto i protagonisti della vicenda che si sono succeduti negli anni e che hanno prodotto questo risultato. Così il Sindaco di Tortolì ha risposto piccato alle riflessioni dell'ex Sindaca, leader della predetta associazione che ne voleva uscire immacolata addossando all'attuale compagine di maggioranza tutte le responsabilità, e nella risposta ha elencato i presunti errori e inerzie che hanno portato a questa situazione. Insomma, quello che dovrebbe avvenire in un normale rapporto dialettico in cui la stampa denuncia e la politica si confronta per rispondere. Quindi signori lasciate in pace il nostro giornale che svolge, volenti o nolenti, un ruolo terzo di denuncia e stimolo alla classe dirigente locale nell'esclusivo interesse della collettività. Tutta, e non solo una parte politica.

Quanto all'ex Sindaca, che pensa di essere immune da critiche perchè non sarebbe dotata di preveggenza, le facciamo notare che anche gli errori di valutazione dell'operato delle persone o dell'evoluzione degli equilibri politici sono comunque errori. E politicamente si pagano.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Marzo 2012 16:05
 
Share on Myspace
Condividi su Facebook OkNotizie
Editore Primaidea Srl

CSS Valido!

Tortoli Notizie