Fotovoltaico, un’opportunità per tutti, quasi
Editoriale
Scritto da Administrator   
Venerdì 09 Dicembre 2011 00:00

 fotovoltaico

È noto a tutti che l'Ogliastra è la provincia in Sardegna dove più forte è la spinta verso l'energia solare. Basta guardare tutti i bandi regionali per il contributo del 20% per rendersi conto di questo, ma basterebbe anche solo un giro nei nostri paesi, e Tortolì non è un'eccezione, per capire che i tetti fotovoltaici spuntano come funghi in un autunno piovoso. Tutti impianti che nel giro di pochi mesi dall'inizio dei lavori producono energia pulita per tutti noi e incentivi per chi ha fatto l'investimento.

A questa spinta non fanno eccezioni gli enti pubblici, con provincia e comuni che hanno dotato i loro edifici - municipi, biblioteche ma soprattutto scuole - dei loro piccoli impianti.

Quindi tutti nel paese di Bengodi? Manco per nulla. Ad una verifica risulta che gli impianti fatti dalla provincia in quasi tutte le scuole superiori di Tortolì, e immaginiamo in tutta l'Ogliastra, sono fatti, funzionanti, ma non sono allacciati alla rete Enel. Cosa vuol dire? Che producono energia ma le scuole non incassano l'incentivo e, colmo della beffa, questa energia viene perduta. C'è da restare di stucco.

Noi non abbiamo mai fatto crociate contro le province, sappiamo che questa è una battaglia di facciata, utilizzata soprattutto per coprire sacche di malcostume politico ben più importanti. Pensiamo solo che, mentre tutte le giunte provinciali d'Italia assommano poco più di mille componenti, negli enti collaterali, municipalizzate di vario genere, enti provinciali, regionali e statali si annidano oltre 38000 consiglieri di amministrazione con i costi, questi davvero imponenti, che possiamo immaginare. Ma questo ovviamente non può giustificare un ente che tollera sprechi di questo tipo. Basti pensare che con i risparmi attivabili, aggiunti all'incentivo del conto energia, le scuole potrebbero in parte sopperire al taglio di trasferimenti che le costringe a limitare sempre più i servizi, come noi stessi abbiamo documentato sulla vicenda dell'accoglienza nelle scuole dell'infanzia.

L'appello quindi è per tutti, non solo i politici ma anche i lavoratori della provincia, perchè è ora per tutti di fare la propria parte. Vicende come queste, in un momento di difficoltà per tutti, sono intollerabili e i cittadini faranno sentire sempre più la loro voce.

 
Share on Myspace
Condividi su Facebook OkNotizie
Editore Primaidea Srl

CSS Valido!

Tortoli Notizie